Consenso Informato

Ogni malato ha il diritto/dovere di conoscere tutte le informazioni disponibili sulla propria salute e può chiedere al medico ulteriori spiegazioni su ci che non gli è chiaro. In seguito al colloquio il paziente è libero di scegliere, in modo informato, se sottoporsi ad una determinata terapia o indagine diagnostica. Il consenso è espresso verbalmente per le manovre poco rischiose per la salute, in forma scritta per le manovre più pericolose (es. interventi chirurgici o manovre endoscopiche).