• TRATTAMENTI LOCO-REGIONALI

    Integrati in Oncologia

Introduzione

Sono terapie basate sulla somministrazione di farmaci antineoplastici ad alte dosi in distretti anatomici isolati sede di tumori solidi in fase avanzata che non abbiano risposto ai trattamenti convenzionali (chirurgia, chemioterapia sistemica, radioterapia). Lo scopo di queste terapie e’ di migliorare il controllo locale della malattia, la sopravvivenza e la qualità di vita di questi pazienti.
Sono trattamenti che richiedono la collaborazione di più specialisti (radioterapista, radiologo, oncologo, medico nucleare).
I trattamenti loco-regionali offrono alcuni vantaggi rispetto alle terapie convenzionali:

  • l’adeguato isolamento vascolare dalla circolazione sistemica del distretto da trattare (ottenuto per mezzo della circolazione extracorporea), permette allo specialista di perfondere la neoplasia con dosi molto elevate di farmaco, fino a 80 volte superiori rispetto a quelli ottenibili con la chemioterapia sistemica, con risultati migliori in termini di controllo della malattia, sopravvivenza e con effetti collaterali accettabili;
  • la circolazione extracorporea consente anche di modulare il flusso, il contenuto di ossigeno (ipo- o normossia) e la temperatura (normotermia, ipertermia) del sangue distrettuale, ottimizzando i risultati in termini di risposta antineoplastica.

I farmaci antiblastici più utilizzati sono gli alchilanti (melphaln e cisplatino) e gli antibiotici (mitomicina C e doxorubicina) per la loro capacità di interagire rapidamente con il DNA, di non essere ciclo-specifici e di avere un effetto tossico proporzionale alla concentrazione raggiunta. Più recentemente è entrato in uso anche il tumor necrosis factor-alpha (TNFa) che, oltre ad avere un’azione tossica diretta sull’apparato vascolare del tumore, sembra in grado di incrementare l’effetto dei chemioterapici. Questa molecola, per la sua elevata tossicità a livello cardio-polmonare, non può essere somministrata per via endovenosa.

Opzioni e indicazioni terapeutiche

Si tratta di modalità terapeutiche che vengono effettuate, in ambito di protocolli clinici controllati, solo in centri altamente specializzati:

Gruppo di Lavoro

<center><strong>Nitti Donato</strong></center>

Nitti Donato

Professore Ordinario - Direttore
© Copyright Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Oncologiche e Gastroenterologiche - Clinica Chirurgica I – Università degli Studi di Padova