• PATOLOGIE DEL FEGATO E DELLE VIE BILIARI

Introduzione

Nel mondo le neoplasie primitive del fegato sono responsabili di circa 1 milione di morti ogni anno. Questi tumori insorgono su cirrosi nel 60% dei casi. In passato la maggior parte di queste neoplasie venivano diagnosticate in uno stadio avanzato senza possibilità terapeutiche; attualmente lo screening precoce dei pazienti a rischio permette di diagnosticare questi tumori in uno stadio di malattia spesso suscettibile di un adeguato trattamento.
Le metastasi epatiche derivano da neoplasie insorte in organi differenti (tratto gastrointestinale, pancreas, mammella, occhio) le cui cellule, nel corso della evoluzione neoplastica, diffondono per lo più attraverso il circolo sanguigno. Il fegato è particolarmente suscettibile di colonizzazione metastatica da parte di tumori primitivi del tratto digestivo (soprattutto colon-retto e stomaco).

TUMORI EPATICI PRIMITIVI

L’HCC (epatocarcinoma) rappresenta una delle neoplasie più comuni, con circa un milione di nuovi casi nel mondo ogni anno. L’incidenza aumenta con l’ età ed è 4-8 volte maggiore nell’ uomo che nella donna. Lo sviluppo di HCC è spesso associato alla cirrosi epatica secondaria ad infezione con i virus dell’epatite B e C.
Le difficoltà nell’ effettuare un trattamento con intento curativo dipendono principalmente dalla presenza o meno di cirrosi e dallo stadio della malattia neoplastica.

TUMORI PRIMITIVI DELLA COLECISTI E DELLE VIE BILIARI

Sono tumori che hanno origine dalle cellule delle vie biliari e della colecisti. Sono malattie abbastanza rare che colpiscono di più gli uomini e le persone fra i 60 ed i 70 anni.

TUMORI EPATICI SECONDARI

Il fegato rappresenta la sede più comune di localizzazione secondaria dei tumori solidi del tratto gastroenterico ed è frequentemente interessato anche in pazienti portatori di neoplasie della mammella, melanoma oculare e tumori neuroendocrini. La resezione epatica rappresenta attualmente l’unica opzione terapeutica con intento curativo, ma è possibile solo nel 30% dei pazienti, perciò sono in fase di valutazione altri trattamenti. Nel Nostro Istituto dal 1980 ad oggi sono stati trattati oltre 350 pazienti con metastasi epatiche.

Gruppo di Lavoro

<center><strong>Nitti Donato</strong></center>

Nitti Donato

Professore Odinario - Direttore
<center><strong>Urso Emanuele Damiano</strong></center>

Urso Emanuele Damiano

Dirigente Medico
© Copyright Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Oncologiche e Gastroenterologiche - Clinica Chirurgica I – Università degli Studi di Padova